Chatnudo

Per Jon Brod (ex dirigente Aol) e Howard Lerman (a capo di Yext) si tratta di un comodo ed efficace servizio per tenere lontano da occhi e orecchie indiscrete informazioni che devono restare riservate, per questo l’app sfrutta l’indirizzo email per l’invio dei messaggi che una volta letti dal destinatario si auto dissolvono.A quanto pare, però, business man e lady di ferro hanno sfruttato l’occasione per confidarsi anche altri tipi di segreti, più piccanti delle news economico-societarie.Un quattordicenne inglese, dopo aver inviato una propria foto che lo ritraeva nudo, tramite snapchat (software che consente di inviare messaggi che si autocancellano dopo pochi secondi) ad una compagna di classe, è stato inserito nel database dei criminali sessuali della polizia.Il ragazzo ha inviato l'immagine mentre flirtava con la compagna di classe, ma quest'ultima ha salvato la foto e poi l'ha condivisa con altre persone.In passato la carota serviva per stimolare il movimento dell’asino, nell’era virtuale indica invece la volontà di conquistare l’amata dietro congrui doni: bevute, gioielli, viaggi.Pur se l’ideatore Brandon Wade, gentleman laureato al Mit di Boston, tiene a precisare che l’app può rovesciare i canoni classici con le donne a corrompere gli uomini, in otto casi su dieci sono questi ultimi a offrire varie tipologie di carote per guadagnarsi la simpatia delle signorine.

Anche se oggi sembra un comportamento abbastanza diffuso, non è un'attività innocua, anzi è foriera di numerosi rischi anche legali.Oltre alle conseguenze sulla vita sociale e la reputazione, sono soprattutto le conseguenze di ordine legale che devono essere tenute in conto. 32404/2010) ha infatti sostenuto che integra il reato di atti persecutori () il reiterato invio alla vittima di sms o di messaggi di posta elettronica o postati sui cd.Ovviamente il sexting è legale se le parti coinvolte sono maggiorenni e consenzienti. social networks, nonché la divulgazione su questi ultimi, di filmati ritraenti rapporti sessuali intrattenuti dall’autore del reato con la medesima vittima.Oppure pensiamo alla diffusione di tali materiali per semplice scherzo.Le conseguenze psicologiche sulla vittima possono essere devastanti.Il solo conservare tali foto nel proprio dispositivo può configurare il reato di possesso di materiale pedopornografico.

71

Leave a Reply